Patente B ecco la novità esame 2017

Attenzione se state per fare l’esame di guida: cambiano le regole per prendere la patente B, in particolare per la prova pratica.

Esame patente B 2017: svolgimento prova pratica

La novità riguarda le manovre richieste a chi si accinge a fare la prova pratica dell’esame di guida. L’esaminatore sarà tenuto a verificare che l’aspirante patentato sappia fare retromarcia, inversione di marcia, ingresso o uscita in rotatoria con rispetto delle precedenze etc. Insomma non ci sarà più discrezionalità nella scelta delle manovre durante l’esame per la patente B ma queste saranno tassative e obbligatorie. La prova inoltre non potrà durare meno di 25 minuti.

L’obiettivo della riforma dell’esame della patente B è chiaramente quello di rendere la prova più obiettiva possibile. In questo modo quindi il ricorso da parte di studenti bocciati all’esame di guida sarà più raro. Le novità in un certo senso, a ben vedere, riguarderanno quindi più gli ingegneri esaminatori che gli aspiranti automobilisti.

Si attendono maggiori dettagli sulle procedure d’esame. Intanto ricordiamo che resta la bocciatura immediata per chi non allaccia le cinture di sicurezza o per chi, durante l’esame per la patente, supera di oltre 40 km/h il limite di velocità o più in generale per chi effettua manovre per cui il codice della strada prevede la sospensione della patente.